banner

Nasce il Global ReformBnB Forum. Nuovo documento per regolamentare le locazioni turistiche

Buenos Aires

Si è tenuto a Buenos Aires il terzo summit di ReformnBnB, che ha ottenuto il consenso necessario per affermarsi ufficialmente come Global ReformBnB Forum, spazio di discussione con appuntamenti regolari e con scambio permanente di esperienze e di dati. Nel corso del meeting, a cui hanno partecipato oltre 60 rappresentanti di enti e associazioni di settore di 15 Paesi e città, è stato redatto un nuovo documento con i principali punti di accordo per procedere verso la regolamentazione delle locazioni turistiche.

Come riporta Hosteltur, dopo due intensi giorni di dibattito si è quindi concluso il terzo incontro del gruppo internazionale di associazioni alberghiere unito contro l’offerta informale di alloggi, soprattutto attraverso le piattaforme digitali.

In tale ambito, i membri del nuovo Global ReformBnB Forum hanno quindi preparato e firmato un documento in cui sono state registrate le principali condivisioni e che fungerà da asse di lavoro d’ora in poi.

La prima condizione è quella della necessità di orientarsi verso la creazione di registri dell’offerta che determinino chiaramente se si tratta di un offerente occasionale o abituale. È appunto il concetto di “temporalità” la chiave per affrontare questa problematica e la sua regolamentazione.

Un altro punto di accordo è la necessità di tracciare una distinzione fornitore e intermediario, e a tal proposito ReformBnB concentrerà i suoi sforzi nel dare regole ai proprietari che mettono a disposizione le proprie case e appartamenti, e non alle piattaforme di intermediazione. Per raggiungere tutto ciò, infatti, come sottolineato dai membri del Forum, “è necessario che siano i Paesi e le città ad avanzare le modifiche normative”. A tal fine, è stato ratificato che lavorare insieme sarà la chiave di svolta.

La prossima riunione del neocostituito Global ReformBnB Forum si terrà a Parigi, a marzo 2020.