2401_TdI_B_SA Gaggia e Sigep_980x200

Argo e Mitur: al via la seconda call per startup

Schermata 2023-12-13 alle 16.34.59

Prende il via la seconda call per startup di Argo, l’acceleratore turismo e traveltech lanciato da Cdp Venture Capital in collaborazione con il ministero del Turismo, che ha l’obiettivo di sostenere lo sviluppo di startup nazionali o internazionali che vogliano aprire una sede operativa in Italia, operanti nei settori del turismo e dell’ospitalità, con soluzioni innovative e tecnologiche in grado di accelerare la transizione digitale e sostenibile.

Argo ha una dotazione finanziaria di 4,5 milioni di euro, di cui 3,4 stanziati dal Fondo Acceleratori di Cdp Venture Capital, per sostenere la nascita e la crescita di 30 nuove startup in un triennio, anche attraverso investimenti post-accelerazione. Sino al 3 febbraio 2024 tutte le startup early stage con soluzioni innovative nel campo del turismo possono candidarsi, e quelle selezionate potranno accedere a un investimento pre-seed a partire da 75mila euro, con la possibilità di ottenere un ulteriore contributo a fondo perduto di 25mila euro erogato dal MiTur, e a un programma di 5 mesi per accelerare la crescita sul mercato.

La prima edizione di Argo aveva accelerato 7 startup, 4 delle quali hanno già raccolto investimenti successivi, per un ticket pre-seed medio di circa 400mila euro. 

Tra queste, Weforguest, che propone servizi al settore alberghiero, con l’obiettivo di combinare tutti gli strumenti atti a migliorare l’esperienza degli ospiti e le performance delle strutture ricettive stesse.

Per cogliere le opportunità di presentare le proprie soluzioni ai partner dell’acceleratore, Argo terrà tre roadshow sul territorio, con pitch session dedicate. Primo appuntamento a Roma, il 19 dicembre.

“Non c’è una visione industriale se non si incentivano e sostengono le giovani imprese mettendo al centro la loro capacità creative e innovative – ha affermato il ministro del Turismo, Daniela Santanchè -. Occorre stare a fianco delle giovani menti creative, affinché portino avanti idee e progetti che possano contribuire in modo significativo alla crescita e allo sviluppo sostenibile del turismo. Non a caso, nel Piano strategico del turismo l’innovazione riveste un ruolo cruciale all’interno dell’ecosistema turistico”.