2401_TdI_B_SA Gaggia e Sigep_980x200

Pesaro pronta per l’anno da Capitale italiana della cultura 2024

Pesaro 2024

Con la cerimonia di chiusura della ‘Capitale italiana della Cultura’, Bergamo Brescia 2023 passano il testimone a Pesaro 2024, che dal 20 gennaio darà il via ufficiale al grande evento di cui sarà protagonista per 12 mesi, durante i quali saranno coinvolti tutti i comuni con numerosi eventi diffusi.

Tema portante dell’anno è ‘La natura della cultura’, focalizzato sulla lotta al cambiamento climatico e sulla riscoperta di una cultura della pace.

“Quella della cultura – ha evidenziato il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci – è una battaglia comune che abbiamo deciso di portare avanti insieme a Bergamo, Brescia e altre città italiane”. E con l’aumento esponenziale dei nuovi turisti attratti dall’Italia e all’overtourism delle città storiche d’arte, Ricci ha esortato a “creare una rete di città medie, come Pesaro, Mantova, Parma, Matera e le stesse Bergamo e Brescia, a servizio del Paese per aumentarne la competitività e l’attrattività”.

La Capitale italiana della Cultura 2024 ha intanto lanciato nuovi strumenti al servizio dei visitatori, in primis la Card Pesaro Capitale, titolo di accesso al circuito Pesaro Musei e altre realtà convenzionate della città e dei 50 comuni della provincia alle esposizioni temporanee e agli eventi del palinsesto, con durata annuale.