980x200_HORECA

TTG Travel Experience. Bocca, Federalberghi: “Tempo ed energia per ricostruire”

IEG RIMINI FIERA - TTG SIA SUN.

“L’Italia ha bisogno di normalità, e i turisti torneranno”. È la rassicurazione di Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi (secondo da destra nella foto), alla Opening ceremony di TTG Travel Experience, alla Fiera di Rimini in contemporanea con SIA Hospitality Design, condotta da Simona Ventura.

“Quest’anno – ha, però, evidenziato Bocca – sono mancati tutti i turisti dal Far East, dalla Russia e anche dagli Stati Uniti. Ora bisogna riprendere a muovere i numeri di un settore che fatica a rimettersi in piedi, ma serviranno tempo, energia e la voglia di riqualificare le strutture per non perdere competitività a livello internazionale. Per il 2022 bisogna attuare un piano di ristrutturazione, dopo un anno in cui le imprese hanno perso circa il 70% del fatturato. Siamo il primo Paese in Europa per numero di alberghi, 33mila hotel, e 1,3 milioni di camere. Una cosa da fare è dare aiuti selettivi in base al fatturato”.

La fiducia rimette in moto il turismo: è questo il messaggio centrale emerso dall’incontro inaugurale della manifestazione.

“Il tema della fiducia è fondamentale e deve basarsi sui numeri – ha affermato il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia -. Nel 2021 cresciamo del 6% del Pil e un altro 4% l’anno venturo, che ci porterà a riassorbire questi due anni di pandemia. Il turismo, per l’Italia, può arrivare al 20% del Pil, ma l’importante è organizzarsi e programmare. Nel Pnrr i fondamentali ci sono, anche per il digitale, e poi ci sono i due miliardi per la qualità del sistema ricettivo, che dovrebbero andare in Consiglio dei ministri venerdì”.

Alta la partecipazione dell’intero comparto turistico ai marketplace di Rimini. 

“I tanti operatori che vedo qui oggi sono il miglior segnale di ripresa – ha detto Lorenzo Cagnoni, presidente di Italian Exhibition Group -. I buyer esteri vengono al TTG a chiudere i loro pacchetti turistici, e poi troviamo l’opera di rinnovamento che i designer sviluppano per il settore dell’accoglienza con le mostre al SIA”.