Rivista-online-TTG-980x200px

Tv nuovo digitale terrestre, cambia la roadmap nazionale

Schermata 2021-07-29 alle 16.44.55

Il passaggio al nuovo digitale terrestre dovrebbe subire un rallentamento, con alcune modifiche alla roadmap stilata nel 2019, che prevedeva lo svolgimento del processo di transizione in 18 mesi. Il ministero dello Sviluppo economico ha, infatti, intenzione di riprogrammare il passaggio al nuovo standard di trasmissione (Dvb-T2 – Digital Video Broadcasting – Second Generation Terrestrial), ridefinendo il calendario nazionale.

Nel corso di un incontro al Mise, a cui erano presenti il ministro Giorgetti, la sottosegretaria Ascani e le associazioni di rappresentanza del mondo della televisione – precisa una circolare Federalberghi -, è stata ridiscussa la roadmap. Il calendario dello switch-off, la cui prima data era prevista a decorrere dal 1° settembre 2021, potrebbe decorrere dal 15 ottobre 2021, secondo una nuova suddivisione in quattro macroaree geografiche del territorio nazionale. La proposta del Mise, che andrà formalizzata nei prossimi giorni in un provvedimento, prevede che il secondo definitivo passaggio allo standard Dvb-T2 non avverrà più dal 30 giugno 2022, ma a partire dal 1° gennaio 2023”.

Federalberghi ricorda, inoltre, di avere, a suo tempo, già stipulato una convenzione con Hoist group per la fornitura di televisori, a condizioni particolarmente vantaggiose per gli associati.