Strategie Ue per il turismo: nuovo testo dell’Europarlamento

Europa turismo

L’Europarlamento ha adottato un testo non legislativo per una nuova strategia Ue per il turismo. “Poiché, a causa della pandemia, i viaggiatori vogliono un turismo sicuro, pulito e più sostenibile, il Parlamento chiede agli Stati membri di attuare senza indugio dei criteri comuni per viaggiare in sicurezza – riporta un comunicato -. Tra questi, un protocollo Ue per la salute e la sicurezza per i test prima della partenza. Inoltre, i requisiti di quarantena dovrebbero essere applicati soltanto come ultima risorsa”. Nel testo si esorta la Commissione a introdurre un sigillo di certificazione Ue, che garantirebbe il rispetto di norme igieniche minime per la prevenzione e il controllo del virus Covid-19 e contribuirebbe a ripristinare la fiducia dei consumatori nel settore del turismo.

Inoltre, i deputati europarlamentari evidenziano la necessità di rafforzare la posizione dell’Europa come destinazione turistica leader nel mondo, e propongono di istituire un’Agenzia europea per il turismo che possa sostenere l’ecosistema turistico, promuovere il marchio europeo nei Paesi terzi, fornire gli ultimi dati sul settore, prestare assistenza tecnica e amministrativa alle microimprese e alle pmi per accrescere la loro capacità di accedere ai finanziamenti e agli strumenti finanziari dell’Unione, ma anche aiutare il comparto turistico a prepararsi a crisi future.

“Con questa risoluzione si chiede uno sforzo europeo per rilanciare il turismo nelle regioni più colpite del continente – ha affermato Cláudia Monteiro de Aguiar, membro della Commissione per i Trasporti e il Turismo -. Il certificato di vaccinazione e il sigillo sanitario sono previsti, ma quello che serve ora è un adeguato coordinamento europeo per regimi di test che non impongano costi aggiuntivi ai cittadini europei”.