Federalberghi Veneto: Schiavon è il nuovo presidente

Massimiliano Schiavon

“Riportare al centro dell’economia regionale e nazionale il comparto alberghiero, con la responsabilità di fare del Veneto la prima Regione anche per la ripartenza del nostro settore”. È l’impegno di Massimiliano Schiavon, nominato presidente di Federalberghi Veneto, che rileva la carica precedentemente appartenuta a Marco Michielli.

Albergatore di Jesolo, Schiavon avrà il compito di contribuire a trainare uno dei comparti più importanti dell’economia regionale, guardando al rilancio e a nuove sfide nel mercato internazionale: “Con pieno senso di responsabilità – afferma – inizio un compito non facile, che sarà quello di traghettare il comparto fuori da una situazione che ha messo duramente in difficoltà molte nostre aziende e molti nostri associati”.

Di concerto con Federalberghi nazionale, il lavoro ruoterà attorno a: sostegno finanziario al comparto, individuazione di ristori equi per il settore e il dialogo con il settore bancario; sostegno al reddito per i lavoratori sospesi e la defiscalizzazione degli oneri fiscali per le aziende che andranno a riassumere i lavoratori.

“Fin da subito – continua Schiavon  sarà importante, una volta messe in sicurezza le aziende, affrontare la fase della ristrutturazione della nostra offerta, nella consapevolezza che quello che troveremo una volta terminata l’emergenza sanitaria, sarà un mondo completamente diverso da come lo abbiamo sempre conosciuto. Assieme alla Regione Veneto, come Federalberghi, sarà importante fare arrivare le nostre proposte in modo tale di essere certi di mettere in campo un sistema efficace non solo di ristori, ma anche finanziamenti a quelle imprese che metteranno in campo questi progetti”.

Il Presidente di Federalberghi Garda Veneto, Ivan De Beni, ha, invece, ricevuto la  nomina di delegato in Confturismo Veneto, insieme a Schiavon e Michielli. “Insieme a tutta Federalberghi Garda Veneto – afferma De Beni – garantiamo disponibilità e sostegno alle iniziative che saranno intraprese per rilanciare il turismo regionale”.

Nella foto Massimiliano Schiavon