Parma 2020+21: riparte il programma eventi

Schermata 2020-09-09 alle 19.46.07

Riapertura ufficiale per Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21. L’evento è avvenuto con l’inaugurazione della grande installazione ‘Hospitale – Il futuro della memoria’, uno dei pilastri del Dossier di candidatura della città. Prodotta dal Comune di Parma, progettata e realizzata da Studio Azzurro e con il contributo di Fondazione Cariparma, la video-installazione celebra la memoria storica del quartiere Oltretorrente, la cui vocazione risulta attuale alla luce dell’emergenza sanitaria.

In virtù della proroga del titolo anche per il 2021, Parma, quindi, riparte riprendendo le iniziative rimaste sospese, con un programma di eventi (spettacoli, concerti, incontri con autori, performance di danza, laboratori per bambini) e mostre.

Aperta al pubblico sino all’8 dicembre, l’installazione ‘Hospitale – Il futuro della memoria’ è pensata per la Crociera dell’Ospedale Vecchio che, insieme all’intero Complesso Monumentale, dal 2016 è oggetto di un intervento di rigenerazione urbana che darà vita a un museo multimediale permanente dedicato alla memoria della città.

“Hospitale ha rappresentato, nel dossier di Parma 2020, il progetto pilota pensato con Studio Azzurro da cui scaturiva il senso della gran parte dei progetti che ci hanno portati a essere Capitale Italiana della Cultura – ricorda Michele Guerra, assessore comunale alla Cultura -. Ripartire da qui, oggi, assume per noi un significato ancora più simbolico”.

L’allestimento si sviluppa in tre parti. All’Ingresso il visitatore si trova di fronte alla riproduzione, in un’unica immagine sincronizzata, della facciata frontale dell’ospedale come appare nell’acquerello di Sanseverini e completata con immagini attuali, accompagnate da una colonna sonora che contribuisce a creare uno spazio suggestivo. L’Altare è la seconda installazione: l’allestimento è caratterizzato dalla presenza di otto quinte semitrasparenti in tulle. Nella parte più vasta della navata centrale sono presentate otto videoproiezioni sincronizzate, con gli otto temi che racchiudono la storia dell’Ospedale Vecchio dai tempi della sua fondazione fino alle epoche più recenti.