banner

Stop sino al 31 dicembre ai viaggi dei t.o. di Thomas Cook Germania

TC_Zentrale_Oberursel_020

Thomas Cook Germania non effettuerà più i viaggi con partenze sino al 31 dicembre 2019, anche se sono stati parzialmente o completamente pagati, a causa della legge fallimentare. Lo comunica la società precisando che questo provvedimento vale per i marchi dei tour operator Thomas Cook Signature, Thomas Cook Signature Finest Selection, Neckermann Travel, Öger Tours, Bucher Reisen e Air Marin, così come per i servizi prenotati tramite Thomas Cook International.

Il provvedimento coinvolge anche gli alberghi italiani in attesa di ricevere clienti in arrivo dalla Germania con pacchetti acquistati dagli operatori del gruppo.

Per quanto attiene i viaggi con data di viaggio dall’1 gennaio 2020, l’ulteriore procedura è controllata in coordinamento con l’amministrazione fallimentare. I clienti interessati – prosegue la nota aziendale – possono registrare i loro reclami con il fornitore di servizi Kaera (kaera-ag.de), con il supporto della Zurich Insurance per la Germania.

“Siamo molto dispiaciuti di dover annullare questi viaggi, ma non possiamo garantirne l’implementazione – spiega Stefanie Berk, ceo di Thomas Cook GmbH -. Con questa decisione vogliamo anche garantire una maggiore sicurezza di pianificazione, soprattutto in vista delle vacanze di Natale, e perché sappiamo che l’incertezza delle ultime due settimane è stata molto difficile da affrontare per i nostri clienti e partner di distribuzione. Ci scusiamo profondamente per questo.

Stiamo però lavorando duramente per essere di nuovo operativi dal primo dicembre e poter essere in grado di offrire viaggi a partire dal 1° gennaio 2020”.