I 30 anni di Passepartout. Novità Horeca per lo scontrino fiscale

Passepartout

“Il 2018 è stato molto performante, e le prospettive per il 2019 sono ottime”. Barbara Reffi, amministratore delegato di Passepartout, apre i lavori della convention Passworld che celebra i 30 anni della software house, motivando i partner commerciali con un messaggio di grande fiducia. Il tumultuoso avvio d’anno, con la fatturazione elettronica, è ora seguito dalla scadenza dello scontrino fiscale, e la squadra è pronta a correre in soccorso delle imprese che stanno per affrontare questo passaggio. Il 1° luglio, infatti, è la data in cui entrerà improrogabilmente in vigore l’obbligo di invio telematico dei corrispettivi all’Agenzia delle Entrate per le aziende con volume d’affari superiore ai 400.000 euro, per poi allargarsi a tutte le altre realtà dal 1° gennaio 2020.

La release della nuova versione di Welcome prevede funzionalità dedicate allo scontrino elettronico, tra cui: gestione specifica di resi e annulli; notifica tempestiva dei problemi legati all’invio telematico; emissione di ricevuta proforma allegata allo scontrino, funzionalità pensata per le esigenze del settore alberghiero e presente unicamente in Welcome. A partire dalla versione 2019B, le soluzioni gestionali Horeca e retail di Passepartout sono interfacciabili con i registratori telematici certificati per l’invio dei corrispettivi.

La software house ha avviato una nuova fase di sviluppo nell’Horeca, supportato da azioni di marketing. “Stiamo portando avanti un programma per espanderci – spiega Rudy Ricci, direttore ricerca & sviluppo software Ho.Re.Ca.-Retail Passepartout -. I nostri partner sono cresciuti di 20 unità per questo segmento, quindi ci aspettiamo crescita in tutta Italia. In ottobre organizzeremo un tour che toccherà molte città”.

Nella foto Barbara Reffi apre la convention Passworld 2019