2401_TdI_B_SA Gaggia e Sigep_980x200

Hotrec: appelli urgenti alla politica in vista delle elezioni europee 2024

Brussels Aquaponic Abattoir

In occasione dell’87ma Assemblea generale Hotrec, svoltasi a Bruxelles, i rappresentanti dell’hospitality, provenienti da tutta Europa, si sono confrontati sui temi centrali e più pressanti che preoccupano il settore. E in un panorama incerto, tra aumenti dei costi energetici e alimentari e la carenza di manodopera, la riflessione si è concentrata sulle priorità politiche in vista delle prossime elezioni europee, a giugno 2024.

La stessa vicepresidente della Commissione europea, Margaritis Schinas, si è così rivolta ai partecipanti del meeting Hotrec, in un videomessaggio: “Comprendiamo che il vostro settore si trova ad affrontare difficoltà significative – ha affermato -, e stiamo lavorando duramente e in diverse direzioni per aiutarvi a superarle”.

Dal canto suo, il Commissario Ue alla Giustizia, Didier Reynders, ha sottolineato il ruolo cruciale della collaborazione tra il settore e le istituzioni: “L’ospitalità è sempre stata un pilastro della nostra società e dell’economia europea. In qualità di destinazione turistica leader a livello mondiale, dobbiamo essere all’altezza delle aspettative dei consumatori di oggi e aprire la strada al turismo digitale, sostenibile e responsabile. Abbiamo appena raggiunto, ad esempio, un accordo su una legge volta a porre fine alle pratiche di greenwashing. Nei prossimi mesi presenteremo una proposta sui viaggi tutto compreso, per garantire la resilienza del settore anche in tempi di crisi”.

Anche il tema della collaborazione continua e costante con le istituzioni europee è stato al centro delle discussioni dei membri Hotrec: “In un contesto ricco di sfide per il nostro settore – ha dichiarato il presidente Alexandros Vassilikos -, in vista delle prossime elezioni uniamo le forze per portare avanti la nostra agenda, per portare il settore dell’ospitalità in cima all’agenda europea, come merita di essere. Non solo per la prosperità finanziaria delle nostre 2 milioni di imprese in tutta Europa, ma con la ferma convinzione che l’ospitalità sia un catalizzatore per raggiungere una crescita e una prosperità sostenibili e inclusive per la nostra società”.

I partecipanti all’Assemblea generale Hotrec, ospitati all’Aquaponic Farm Bigh Anderlecht di Bruxelles (nella foto), si sono confrontati, in particolare, proprio sul tema cruciale della sostenibilità, rinnovando l’impegno del comparto a a diventare carbon-neutral entro il 2050 e discutendo le modalità con cui le aziende possono implementare programmi di certificazione, impegni di riduzione dell’impronta dei menu, iniziative di ripristino degli ecosistemi e programmi di sostegno alla piantumazione di alberi.