‘Tax free shopping’ su italia.it. Obiettivo: aumentare i flussi incoming

duty free

Il ministero del Turismo, nell’ambito del progetto Tourism Digital Hub, amplia l’offerta di servizi introducendo la soluzione ‘Tax Free Shopping’. Accessibile tramite i canali digitali di Italia.it, il nuovo servizio consentirà, ai viaggiatori residenti nei Paesi extra-Ue, di snellire il processo di rimborso dell’Iva pagata sugli acquisti effettuati sul territorio nazionale.

“Attraverso l’introduzione del Tax Free Shopping – ha affermato Daniela Santanchè, ministro del Turismo – ci aspettiamo un ulteriore incremento dei flussi incoming da quei Paesi, quali America, Giappone ed Emirati Arabi in particolare, notoriamente ben disposti a spendere nel nostro Paese per l’acquisto di prodotti made in Italy, con particolare riferimento al settore della moda”.

A partire dal 2023 il viaggiatore, attraverso la registrazione e la profilazione sui canali digitali di Italia.it, avrà la possibilità di: utilizzare un’unica porta di ingresso per accedere al servizio Tax Free Shopping, indipendentemente dall’operatore gestore del rimborso Iva con cui il negozio è convenzionato; velocizzare il processo di fatturazione in negozio, con il recupero automatico dei dati anagrafici da riportare in fattura; monitorare in tempo reale lo stato di rimborso delle singole fatture, attraverso un wallet digitale presente nella propria area personale.

È, quindi, online, sul sito del ministero del Turismo e dell’Enit, l’avviso per l’individuazione degli operatori gestori del rimborso Iva da far salire a bordo di Italia.it. Gli operatori che aderiranno all’avviso avranno la possibilità di ottenere un canale digitale aggiuntivo, di ampliare il proprio portafoglio clienti e di avere maggiore visibilità attraverso una campagna internazionale di digital marketing.