Il manifesto programmatico Federalberghi con le istanze per la politica

copertina turismo lavora per l Italia

L’economia turistica offre un contributo decisivo alla produzione della ricchezza italiana, allo sviluppo dell’occupazione, all’attivo della bilancia valutaria. Pertanto, in vista dello svolgimento delle elezioni politiche del 25 settembre 2022, Federalberghi ha predisposto una piattaforma destinata a favorire il confronto con le forze politiche e con i candidati sui temi di principale interesse per lo sviluppo dell’economia del turismo. Il manifesto programmatico “Il Turismo lavora per l’Italia” indica oltre cento misure per sostenerne lo sviluppo.

La Federazione degli albergatori intende così invitare le componenti del sistema a collaborare all’aggiornamento della piattaforma programmatica per la prossima legislatura, che sarà posta a disposizione sia delle forze politiche, affinché ne tengano conto nella definizione dei programmi elettorali, sia delle organizzazioni aderenti, che potranno utilizzarla ai fini del confronto con i candidati.

Il manifesto programmatico di Federalberghi indica oltre cento misure per sostenere la crescita.

Tra le priorità indicate, spiccano la diminuzione della pressione fiscale (in primis ridurre le tasse sugli immobili, che gravano sulle imprese anche quando sono chiuse o semivuote), il sostegno agli investimenti (con il potenziamento del credito di imposta per la riqualificazione delle strutture ricettive), lo sviluppo di nuovi servizi (riformando le regole anacronistiche che non consentono agli alberghi di ampliare l’offerta), il contrasto all’abusivismo dilagante (per garantire la sicurezza e tutelare turisti, cittadini, lavoratori, imprese ed erario), l’ammodernamento delle reti e delle infrastrutture (per far sì che tutto il nostro paese sia fruibile ed accessibile).

“Dopo l’illustrazione delle linee guida della proposta nel corso dell’Assemblea annuale, tenutasi a Parma il 14 maggio scorso – precisa Federalberghi -, le organizzazioni aderenti sono state invitate a fornire il proprio contributo. La materia ha poi costituito oggetto di approfondimento nel corso della riunione della Giunta esecutiva del 14 giugno e della riunione dei direttori e dei segretari delle organizzazioni aderenti svoltasi a Roma il 24 giugno scorso”.

Questo il LINK per scaricare il documento “Il Turismo lavora per l’Italia”