Rivista-online-TTG-980x200px

Rilancio turismo montano: via libera a progetti e finanziamenti

Abruzzo montagna

Il ministero del Turismo ha reso disponibile l’Avviso pubblico riguardante la manifestazione di interesse alla presentazione di proposte di intervento per il rilancio del turismo montano, attraverso adeguamenti infrastrutturali, pianificazione e promozione dei prodotti turistici in ottica di sostenibilità, a valere sulla misura “Montagna Italia” del ‘Piano sviluppo e coesione’.

Le risorse disponibili ammontano complessivamente a 26,7 milioni di euro. Saranno finanziati “Progetti per la Montagna” per un importo massimo del contributo concedibile (comprensivo di Iva) pari a 2 milioni ciascuno. Il finanziamento è concesso nella forma del contributo a fondo perduto ed è concedibile nella misura massima del 100% del totale dei costi ammissibili sull’operazione.

Le candidature per il finanziamento dei progetti possono essere presentate da soggetti privati in forma singola o aggregata, per la realizzazione di progetti finalizzati a: qualificare e potenziare la dotazione e la proposta di servizi esistenti e le infrastrutture funzionali ai servizi stessi; implementare, anche mediante la promozione di esperienze associative/federative, forme di turismo funzionali alla conservazione e alla cura dell’ambiente; favorire la promozione dei prodotti tipici; promuovere il turismo esperienziale; implementare il ricorso all’innovazione e alle nuove tecnologie facendo leva sul Tourism Digital Hub, sull’interoperabilità e sulla trasformazione digitale; sfruttare il Tdh per amplificare la diffusione delle iniziative attraverso il digitale, incluse quelle di marketing e partenariato sul territorio.

La quota dell’80% delle risorse disponibili, pari a 21,3 milioni di euro, è destinata alle otto regioni dell’Italia meridionale e insulare, mentre la restante quota del 20% del finanziamento, di 5,3 milioni, è destinata alle regioni del Centro-Nord.

La domanda di finanziamento deve essere presentata entro il 30 settembre 2022 sulla piattaforma informatica che il ministero del Turismo metterà a disposizione da agosto.