Kalea Plus_980x200_

Viaggi nell’Ue da rilanciare: la Commissione propone il ‘freno d’emergenza’ contro le varianti

Aeroporto Fiumicino_MG_9015

“È tempo di rilanciare l’industria del turismo”. È della presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, il messaggio che esorta a riavviare i movimenti frontalieri in sicurezza. “Proponiamo di accogliere nuovamente i visitatori vaccinati e quelli provenienti da Paesi con una buona situazione sanitaria – aggiunge von der Leyen -. Ma, se emergono varianti, dobbiamo agire in fretta: proponiamo quindi un meccanismo del ‘freno d’emergenza’ Ue”.

In sostanza, la Commissione propone che gli Stati membri riducano le attuali restrizioni sui viaggi non essenziali nell’Unione europea tenendo conto dei progressi delle campagne di vaccinazione e degli sviluppi della situazione epidemiologica internazionale, consentendo gli ingressi nell’Ue anche per motivi non essenziali.

Allo stesso tempo, però, l’emergere di varianti preoccupanti del coronavirus richiede una vigilanza continua. Pertanto la Commissione europea propone un nuovo meccanismo di ‘freno di emergenza’, da coordinare a livello Ue e che limiterebbe il rischio che tali varianti possano fare breccia negli Stati membri.

Spetta ora al Consiglio esaminare questa proposta, e, se verrà adottata, spetterà alle singole nazioni dell’Ue attuare le misure stabilite nella raccomandazione.