Il Mausoleo di Augusto riapre. Il contributo di Fondazione Tim

Mausoleo_di_Augusto_Roma_Capitale_e_Fondazione_TIM_2_maggio_2017_(6)_(33551005774)

Ha riaperto al pubblico il Mausoleo di Augusto, a Roma. Il più grande sepolcro circolare del mondo antico era rimasto chiuso dal 2007 per la partenza delle indagini archeologiche, preliminari alla realizzazione del progetto di recupero e restauro eseguito da Roma Capitale.

Grazie agli interventi realizzati sinora, con la sistemazione di concamerazioni interne e l’avvio dell’allestimento del percorso museale, è stato possibile anticipare a marzo 2021 la fruizione del monumento rispetto ai termini previsti per il completamento delle opere. Il Mausoleo potrà essere visitato gratuitamente da tutti sino al 21 aprile prossimo, mentre dal 22 aprile e per tutto il 2021 l’accesso resterà sempre gratuito per i residenti a Roma, ma a pagamento per i non residenti; inoltre, la visita sarà arricchita da contenuti digitali, in realtà virtuale e aumentata, realizzati dalla Fondazione Tim.

“Abbiamo lavorato a questo traguardo con impegno e tenacia – ha affermato la sindaca Virginia Raggi -, sostenuti dal mecenatismo della Fondazione Tim, che ci ha permesso di fare un regalo ai cittadini, con la generosità di un’imprenditoria illuminata e sensibile al valore del nostro patrimonio storico, artistico e culturale”.

Inoltre, contestualmente ai lavori di completamento del percorso museale e di riqualificazione della piazza, l’area di piazza Augusto Imperatore è stata resa più vivibile grazie allo spostamento dei capolinea dei bus e all’eliminazione dei parcheggi.

Dopo la prima fase di restauro conservativo terminata nel 2019 e realizzata mediante un finanziamento pubblico, è attualmente in corso la fase di valorizzazione del monumento tramite lo stanziamento fornito dalla Fondazione Tim.

“È importante che anche mecenati privati collaborino a conservare e promuovere il patrimonio storico e culturale del Paese – ha sottolineato Salvatore Rossi, presidente di Fondazione Tim -, e noi lo stiamo facendo mettendo a disposizione non solo denaro ma anche tecnologia. Daremo a cittadini e turisti la possibilità di vivere una innovativa esperienza multimediale, che renderà ancora più spettacolare la visita del Mausoleo”.