Audizione Federalberghi su disegno legge bilancio. “Alloggio e ristorazione i settori più colpiti”

Schermata 2020-11-24 alle 15.24.55

Si è svolta, il 24 novembre, presso la Commissione X della Camera dei deputati, l’audizione di Federalberghi sul disegno di legge n. 2790 bis, concernente il bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e il bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023.

Nel suo intervento, il direttore generale di Federalberghi, Alessandro Massimo Nucara, ha evidenziato la situazione di difficoltà in cui versa il mercato turistico.

“In Italia la pandemia ha colpito duro sulle imprese ricettive e termali – ha ricordato Nucara -, che sono senza dubbio tra le più colpite, se non le più colpite in assoluto. L’Istat ha certificato, per il periodo da gennaio a luglio, un calo delle presenze turistiche del 62,5%. Molte attività sono rimaste chiuse a lungo e molte sono ancora chiuse dai primi di marzo. E la situazione si sta aggravando, anche per effetto delle misure di contenimento che hanno ridotto al lumicino la vita sociale. In queste settimane stiamo assistendo a una replica di quanto già visto durante il lockdown primaverile, quando Istat registrò un calo del 91% delle presenze negli esercizi ricettivi”.

E a fronte dell’azzeramento dei viaggi, sia leisure che business, del blocco di fiere e congressi e di stabilimenti termali e wellness praticamente fermi, diventano inevitabili fosche prospettive sulle festività natalizie e sulle vacanze invernali.

L’Istat ha, inoltre, registrato una flessione senza precedenti del fatturato nel settore dei servizi dell’alloggio e della ristorazione: nel secondo trimestre del 2020 il calo è stato del 62,6% rispetto al primo trimestre e del 71,4% rispetto al secondo trimestre 2019. E il Centro studi di Federalberghi stima che l’anno si chiuderà con una perdita di 14 miliardi di euro, pari a un calo del 57% rispetto allo scorso anno.

“L’impatto sulle imprese e sui posti di lavoro risulta devastante – ha aggiunto Alessandro Nucara -. Dall’inizio della crisi alberghi e ristoranti hanno utilizzato 390 milioni di ore di cassa integrazione, e a ottobre il dato è aumentato a dismisura con 51 milioni di ore rispetto ai 30,5 milioni di settembre. Secondo un rapporto pubblicato pochi giorni fa dalla Banca d’Italia, la flessione dell’attività economica causata dalla pandemia si rifletterà, anche dopo le misure di sostegno approntate dal Governo, in un aumento delle probabilità di insolvenza delle imprese. Ancora una volta, alloggio e ristorazione risultano essere i settori più colpiti”.

L’intervento di Federalberghi si è, quindi, soffermato su alcuni aspetti della manovra di bilancio che rivestono particolare interesse per il settore, fornendo indicazioni sulle modifiche e sulle integrazioni, al fine di potenziarne la portata e migliorarne l’efficacia.

A questo link la versione integrale dell’Audizione