Al Turin Palace Hotel i “Panini della Rinascita – il menu di una nuova Unità d’Italia”

Turin Palace Panini

Il panino, inteso come espressione dei valori gastronomici del territorio italiano, diventa parte della proposta food dello storico Turin Palace Hotel, che, aderendo all’iniziativa “I Panini della Rinascita – il menu di una nuova Unità d’Italia”, ne riconosce il valore di icona del cibo di qualità e ne fa espressione di convivialità e condivisione.

“Per storicità e vocazione il Turin Palace Hotel è ambasciatore delle eccellenze offerte dal nostro Paese – commenta il direttore, Piero Marzot -, e grazie all’incontro con l’Accademia del Panino Italiano abbiamo compreso il valore che il panino ricopre anche nella storia della nostra tradizione gastronomica. Un prodotto che ci permette di raccontare l’attenzione, la ricerca e la passione che tanti agricoltori, allevatori e artigiani italiani ripongono nel loro lavoro per regalarci sapori straordinari, valori che condividiamo e che facciamo nostri quotidianamente nell’accogliere i nostri ospiti”.

Lo chef e la brigata de Les Petites Madeleines, il ristorante dell’hotel torinese, hanno elaborato il proprio “Menù della Rinascita” articolato in proposte che, utilizzando ingredienti d’eccellenza del territorio italiano, interpretassero quattro delle cinque parole-simbolo identificate dagli organizzatori: “Mai visto”, “Abbraccio”, “Vicini, “Noi”, “Il Sogno”, per descrivere l’approccio alla ripartenza. E per mettere l’accento su altri prodotti del territorio, l’hotel propone “I Panini della Rinascita” in abbinamento a vini e birre italiani e locali.

Il progetto ‘I Panini della Rinascita – il menu di una nuova unità d’Italia’ è nato quest’anno dalla collaborazione tra Accademia del Panino Italiano e Guido Bosticco, docente di scrittura creativa all’Università di Pavia, con l’intento di supportare, sul piano motivazionale e della comunicazione, i titolari di locali nel faticoso periodo del lockdown e in vista della ripresa; l’iniziativa coinvolge, al momento, 200 indirizzi in Italia.

“Il Turin Palace Hotel offre un segno di come la ripresa economica sia un concetto inclusivo di tutte le forze in campo – dichiara la direttrice dell’Accademia del Panino Italiano, Barbara Rizzardini -, e ci auguriamo che questo ingresso nella nostra community sia di ispirazione per molti altri hotel dalla forte identità, che credono che il primo vero avamposto di un territorio sia l’albergo dove si soggiorna, e pertanto, se l’hotel sceglie la voce del territorio e la accorda alla propria storia e identità, fa un dono a sé e alla propria clientela, anche attraverso un panino”.