PEDERSOLI - Superhead banner

Università Roma 3: prove di partnership. La collaborazione di Federalberghi per corsi di laurea magistrale

Università Bocca aula

A fine 2019 la Federalberghi ha attivato una partnership con l’Università Roma 3 per la realizzazione di project work da parte degli studenti di laurea magistrale di Economia e Commercio.

I ragazzi, guidati dal prof. Giovanni Mattia nei corsi di “Comportamento del consumatore” e “Ricerche di Marketing”, hanno inizialmente ricevuto informazioni ed approfondimenti incontrando in aula il direttore generale della Federazione, Alessandro Nucara. Agli studenti il direttore ha fornito elementi di studio a 360 gradi, soffermandosi sulla Federazione, sulla sua storia e sulle tematiche più significative del comparto turistico che vede coinvolte in prima linea le strutture ricettive.

Tali lavori sono appunto frutto della partnership recentemente avviata, praticamente un progetto di gruppo svolto dai ragazzi sui temi della sostenibilità e della tecnologia applicata all’attività alberghiera.

Una volta individuate le aree di approfondimento, si è passati alla fase di produzione dei progetti e, a inizio gennaio, gli studenti dell’Università Roma 3 impegnati nella laurea magistrale hanno presentato al presidente di Federalberghi,  Bernabò Bocca, i loro lavori di ricerca / project work legati alla frequenza dei due corsi, “Comportamento del consumatore” e “Ricerche di Marketing”.

Nel primo corso (Comportamento del consumatore) il focus è stato orientato su come utilizzare la sostenibilità per migliorare l’esperienza della fruizione del soggiorno alberghiero. In sostanza, conviene che la sostenibilità sia considerata fondamentale negli hotel?

Nel secondo corso (Ricerche di marketing) si è cercato di studiare che cosa può fare la tecnologia (realtà aumentata, domotica, intelligenza artificiale) e come possa intervenire per migliorare l’esperienza di soggiorno e incrementare la soddisfazione dell’ospite/cliente.

In ogni corso hanno lavorato 15 gruppi per un totale di 30 gruppi, l’equivalente di circa 130 studenti.

Al presidente Bocca sono infine stati presentati i lavori dei 7 gruppi vincitori.

“Mi fa estremamente piacere tornare in un’aula universitaria e trovarmi di fronte ad un gruppo di studenti così motivati, che dimostrano il proprio interesse per un comparto come il turismo, ma anche per il valore inestimabile dell’ospitalità italiana – ha detto il presidente di Federalberghi -. Rispetto a quando ho fatto l’università io, vedo un mondo radicalmente cambiato. Oggi c’è più comunicazione tra voi ed i docenti, l’apprendimento si acquisisce con molti strumenti tecnologici di cui allora non si immaginava nemmeno l’arrivo”.

“La cosa ancora più entusiasmante – ha aggiunto Bocca – è che questo lavoro si stia facendo, in un certo senso, a quattro mani, ovvero in collaborazione tra la vostra Università e la Federalberghi che presiedo da anni e che rappresenta una bella risorsa per studenti come voi”.

Il presidente si è poi soffermato sull’importanza essenziale che hanno ormai le tecnologie, i nuovi social e tutta la rete del web per il successo di un’azienda ricettiva.

“Voi siete nati con queste tecnologie, avete una marcia in più cui va dato il giusto peso nel mondo del lavoro. Tuttavia vi invito a condividere un principio: non vi è nulla che sappia intercettare la soddisfazione del cliente quanto il “tocco” nell’accoglienza. L’eccellenza dell’ospitalità italiana è indiscussa e riconosciuta in tutto il mondo. È una cosa innata che, però, va coltivata e potenziata sempre. Fermo restando che le innovazioni tecnologiche sono essenziali per il nostro mondo – ha proseguito Bocca – potete stare certi che non vi è intelligenza artificiale che possa funzionare bene se non viene accostata all’esperienza dell’albergatore, o imprenditore dell’accoglienza. Sarà la parte umana a fare davvero la differenza”.

“Ben vengano collaborazioni di questo tipo – ha aggiunto il presidente -. Mi avete davvero emozionato. Alcuni dei vostri lavori li prenderò in seria considerazione, perché contengono delle intuizioni davvero lodevoli. Questa partnership ci consentirà anche in futuro di mettere a vostra disposizione un know how consolidato dall’esperienza di anni, e farà si che voi potrete attingere alla nostra sorgente per essere stimolati ed incentivati a seguire questo campo così ricco di futuro”.

“Tutti parlano di futuro – ha concluso Bocca -. Vi dicono continuamente che siete il futuro, che vi vogliono dare che il futuro. Ma nessuno vi dice che fare adesso, ora. Spero che Federalberghi, con questa iniziativa, vi stia offrendo il presente, unica chance per avere, davvero, il vostro futuro”.