BANNER POLLINI

Matrimonio made in Italy: i perché delle scelte

Wedding paesaggio

Le coppie anglofone vogliono un grande party, scandinavi e tedeschi invece propendono per un evento minimal ed elegante, mentre gli indiani scelgono la doppia cerimonia, con rito occidentale e Hindu. Esigenze diverse, ma un unico sogno che accomuna tutti: sposarsi in Italia.

E sì, perché le ultime tendenze del wedding tourism confermano il nostro Paese come uno dei più richiesti dalle coppie internazionali. Basti pensare che, solo nel 2019, le nozze tra stranieri celebrate in location italiane sono state più di 9mila, con oltre 440mila persone arrivate per assistervi.

Tra i luoghi preferiti secondo Angela Böck, fondatrice di Marry me in Italy, ci sono sicuramente le località di mare tra cui quelle sarde, ma anche di campagna, “in special modo quella toscana. E poi ovviamente le città d’arte più famose come Roma, Venezia e Verona”. Particolarmente amata anche la Campania, con una predilezione per le zone costiere.

Ma perché gli stranieri scelgono di sposarsi in Italia? Sicuramente per il buon cibo e lo stile di vita, ma anche per gli italiani stessi, aggiunge Böck: “Almeno è quello che dicono i miei clienti, per lo più tedeschi – precisa -. L’Italia offre così tanto e le coppie con cui lavoro sono disposte volentieri anche a spendere di più di quello che investirebbero nel loro Paese di origine perché un matrimonio nel Belpaese è veramente una cosa unica e non da tutti. E non dimentichiamoci del sole, la cosa più importante per gli stranieri”.