Banner_Onozono_980x200

Sicilia, nuove idee per attrarre i turisti cinesi

terre_sicane232

Cultura del territorio, eccellenze enogastronomiche e servizi termali. Sono i tre asset su cui ruota il progetto promozionale della Sicilia meridionale per i turisti cinesi. L’iniziativa, che vede protagonista in primo luogo il Comune di Montevago nella Valle del Belìce, vede il supporto della Regione Siciliana e prevede la pubblicazione di un articolo sul portale turistico www.myvacation.cn e la condivisione sponsorizzata per un mese su Weibo, il sito di microblogging, ibrido fra Twitter e Facebook, tra i più frequentati della Cina.

La promozione sarà attiva anche su WeChat, il servizio di messaggistica più famoso della Cina. Tra i percorsi suggeriti la Strada del vino delle Terre Sicane, che consente ai visitatori di conoscere da vicino le tradizioni gastronomiche della regione e il processo di produzione dell’olio di oliva e del vino. Al centro dell’offerta le terme Acqua Pia di Montevago, alla sorgente del fiume Belice, che fungono anche da punto di partenza ideale per itinerari alla scoperta dei tesori archeologici e naturalistici della Sicilia occidentale; dalla famosa Valle dei Templi di Agrigento alle rovine di Segesta e Selinunte, dai panorami mozzafiato della foce del Belice alle saline di Marsala, per non parlare delle testimonianze del passato racchiuse nell’antica isola fenicia di Mozia.

L’iniziativa della Valle del Belìce è solo l’ultima di una serie di azioni per sviluppare l’inbound della Cina. Già la scorsa estate, infatti, è stato firmato un protocollo d’intesa tra Ctrip e Confcommercio Sicilia. Con oltre 300 milioni di utenti in Cina, Ctrip si è impegnata a distribuire nelle sue piattaforme online contenuti che promuovono destinazioni turistiche ed esperienze locali siciliane per il mercato turistico cinese di alto profilo. Una collaborazione destinata a intensificarsi nel 2020, nominato Anno del turismo e della cultura Italia-Cina.