banner

I Millennial e l’esperienza digitale

travelport-millenials

Tra di loro ci sono anche nativi digitali e, proprio per questo, l’esperienza digitale è per loro fondamentale anche quando prenotano un volo o un alloggio. Sono i Millennial così come li dipinge il Global Digital Traveler Research 2019 di Travelport, che riporta come il 70% dei viaggiatori appartenenti a questa generazione valuti come essenziali, in fase di pianificazione del viaggio, innovazioni tecnologiche quali la realtà aumentata o virtuale e la ricerca vocale.

Quest’ultima è particolarmente apprezzata non solo nel caso in cui si voglia prenotare un volo, ma anche per la ricerca di informazioni sulle condizioni meteo della destinazione di arrivo o di indicazioni su come raggiungere il proprio hotel. A questo proposito Sandro Gargiulo, head of account management di Travelport per l’Italia, segnala la funzione Speak Now sull’app di easyJet: “Sviluppata da Travelport consentirà ai clienti di cercare le opzioni di volo in pochi secondi. E non si tratta solo di velocità. È importante sottolineare che funzioni come questa aiutano anche a rendere più semplice e più accessibile la prenotazione dei viaggi per i non vedenti”.

Un buon livello di esperienza digitale è importante anche quando si desidera personalizzare il volo con componenti quali lo spazio extra per le gambe, oppure la franchigia bagaglio aggiuntiva. Oltre il 50% dei Millennial che desiderano aggiungere opzioni al proprio volo, infatti, si sente frustrato dal fatto di non essere in grado di capire cosa è incluso come standard e quali ancillary siano disponibili.

Per quanto riguarda, invece, i social, Facebook è considerata dai Millennial italiani la piattaforma più influente; secondo lo studio, il 79% di loro ha recensito video e foto pubblicati da marchi di viaggio sui social media.