Banner-7Stars-hotelmag-03 (3)

Marketing olfattivo, l’hotel seduce l’ospite

Campomarzio

Può un profumo aiutare un hotel a distinguersi dalla concorrenza? La risposta è sì. Potere del marketing olfattivo, che ‘sprigiona’ fragranze tailor made per ogni hotel, camera o suite.

A seconda degli obiettivi, come spiega Patrizia Balbo, esperta di marketing olfattivo che lavora in collaborazione con Campomarzio70, “un profumo può tranquillizzare, incuriosire o far sentire a proprio agio il cliente: tutti modi per creare un legame emotivo e trattenerlo il più a lungo possibile”.

In molti se stanno accorgendo anche nel settore dell’ospitalità, commissionando essenze personalizzate che trasmettano agli ospiti le caratteristiche e la storia della struttura, oltre alla sua mission. “Il marketing olfattivo – spiega Patrizia Balbo, esperta che lavora in collaborazione con Campomarzio70 – può fornire agli alberghi indicazioni precise per un servizio olistico innovativo, mirato a coinvolgere attivamente la clientela sin dal momento della prenotazione. Un albergo di montagna tramite una fragranza può esprimere le proprie caratteristiche, che saranno diverse da quelle di un hotel al mare”.