banner

Tecnologia per viaggi in famiglia

_LDA4827

Sono diversi gli assi nella manica che i family hotel sono pronti a giocare per intercettare il target.

Si moltiplicano così anche le novità sul web, con siti e servizi specializzati. 

Babyguest, startup dedicata al noleggio e all’acquisto di prodotti e attrezzature per l’infanzia, ha un canale online di noleggio e vendita dedicato alle strutture, con un catalogo di prodotti per diventare kid friendly, “articoli che rispettano tutti gli standard di sicurezza e sono puliti, igienizzati e imballati dopo ogni utilizzo”, spiega Zornitza Kratchmarova, responsabile marketing e comunicazione.

Un altro interessante servizio di noleggio attrezzature per bambini è quello proposto alle strutture romane da Travel Baby, che permette la consegna anche nelle stazioni e negli aeroporti, 7 giorni su 7 e 24 ore su 24.

Ci sono, però, altre frecce all’arco dei family hotel per rendere più attrattiva la propria offerta e molte di queste munizioni arrivano dal digitale, fino ad arrivare alla realtà virtuale. Mamma cult è il portale di marketplace per la prenotazione di attività culturali e turistiche per famiglie con bambini dai 0 ai 13 anni.

Tra i servizi più richiesti c’è il babysitting, ma anche l’animazione e l’organizzazione di occasioni ludiche e di formazione per i più piccoli. “I turisti che si mettono in viaggio con i bambini – spiega Serena Mestre, founder di Non solo tata – sono disposti a spendere qualcosa in più per assicurarsi che la vacanza sia un’occasione di felicità per tutta la famiglia”.

Il servizio integrale “Il canale dei piccoli” è su Turismo d’Italia di ottobre, sfogliabile online, nella sezione Technology